Ingrandimento del pene

Ipoplasia soggettiva del pene.

Pene ritenuto piccolo

Ripercussioni psichiche di un “pene piccolo”

In nessun caso in assoluto si può trascurare o deridere un gruppo di uomini che ha la sensazione soggetiva che il proprio membro sia troppo corto o troppo piccolo. Essi rappresentano tutti gli strati della popolazione indipendentemente dal loro grado di istruzione. Nonostante la lunghezza del pene in erezione raggiunga il valore standard medio, questi uomini soffrono piscologicamente per le presunte piccole dimensioni del loro pene. Essi temono lo sguardo giudicante di colleghi e amici nella doccia o nella sauna.

Causa

Gli uomini si sentono legati al proprio pene. Questa è la percezione di molti uomini. Un uomo con un pene grande non eretto è sinonimo di forza, potenza sessuale e vigore. L’ipoplasia soggettiva del pene inizia spesso a scuola durante l’infanzia e si manifesta di frequente più tardi attraverso esperienze vissute nel servizio militare, durante lo sport, nella sauna, in palestra e così via. Se il pene rimane piccolo (a causa di una malattia o per motivi genetici), anche l’autostima e la personalità rimangono sottosviluppate.

Tale “problema mentale” scaturito da un pene piccolo deve naturalmente essere affidato a un sessuologo per alleviare il peso della sofferenza. Il numero di coloro che, tuttavia, per vergogna di essere fraintesi o paura non si aprono ad un terapeuta, purtroppo è elevato.

Rimedio

Se un uomo ha veramente la sensazione che il suo pene sia troppo piccolo e, nonostante precedenti sedute con esperti seri, desidera lo stesso una terapia, è ora possible offrirgli con PHALLOSAN® forte un metodo non rischioso dal punto di vista medico e che, dall’altro lato, può essere un rimedio economico al suo disturbo psicosessuale. Allo stesso tempo, anche tutte le opzioni terapeutiche future rimangono aperte. Contrariamente alle “forme terapeutiche” con l’uso di pillole e pomate per ottenere un pene più grande, il trattamento con PHALLOSAN® forte garantisce anche l’assenza di pericolosi effetti collaterali.