La terapia con PHALLOSAN forte.

Trattamento dopo un’operazione alla prostata

Cura post-operazione alla prostata

Gli esperti ritengono che sia decisivo allenare il corpo cavernoso del pene già dopo poche settimane dall’operazione per evitare che il membro perda la propria funzione sessuale e la capacità d’erezione.

Causa

Se dopo l’operazione i nervi e i vasi sanguigni fondamentali sono rimasti indenni almeno parzialmente, potrebbero volerci settimane o mesi prima che avvenga un’erezione spontanea. Senza questo stimolo intenso e ricorrente dell’irrorazione sanguigna sussiste tuttavia il pericolo che il tessuto connettivo flessible del corpo cavernoso nel pene perda la sua elasticità. La conseguenza è che il membro difficilmente sperimenterà un indurimento e l’uomo operato potrà vivere la propria sessualità, ove possibile, solamente con dei supporti a sostegno dell’erezione. È per tale motivo che è importante una buona cura della prostata dopo l’operazione.

Rimedio

Finora non esistono terapie standard per cercare di evitare di perdere potenza dopo un’operazione alla prostata. Tuttavia, vale la pena aumentare regolarmente l’irrorazione sanguigna e prevenire in tal modo di perdere la funzionalità.